Seguici su:
Newsletter:
Cerca:
 

Oil for food

Stefano Salvi è intervenuto a Pisa al Festival del Futuro migliore, in occasione del quale ha ritrovato Giulietto Chiesa. I reportage di inviati di guerra dei due reporter si possono trovare, insieme a quelli di altri autori come Franco Di Mare e Tony Capuozzo, si possono leggere nel libro edito da Zeli- Baldini e Castoldi “L'Informazione deviata”. Dal capitolo “La mia avventura in Iraq” di Stefano Salvi: "Oil for food" I paesi occidentali si erano inventati anche l'oil for food. Un modo per fregare gli Iracheni e mantenere la propria coscienza tranquilla.La ricchezza dell'Iraq è una sola ed è il petrolio. Bisogna considerare che l'Iraq ha la più ampia riserva mondiale di petrolio. Gli Americani davano agli Iracheni la possibilità di estrarre una piccola percentuale di petrolio. In questo modo l'Iraq avrebbe potuto comprare le medicine, i macchinari, i generatori di corrente elettrica, i pezzi di ricambio per gli acquedotti, l’acqua potabile e in una parola tutto di tutto perché mancava tutto. Invece no, questo non è avvenuto. Perché, veniva sì data la possibilità di prelevare una bassissima quantità del petrolio iracheno, ma questo petrolio non veniva pagato dagli Americani in denaro ma in merce. Il governo iracheno diceva: "Ho bisogno di un certo numero di aspirine (e per loro l'aspirina era un bene fondamentale), di deflussori, di aghi a farfalla, di sacche per il sangue e di altri medicinali”. A questo punto sarebbe dovuto avvenire una sorta di scambio: il petrolio in cambio di medicinali e di beni per la sopravvivenza. Per le prime volte lo scambio si verificava più o meno regolarmente, ma man mano che passava il tempo, siccome l'Iraq pagava in anticipo con il petrolio e non aveva quindi la possibilità di avere un benché minimo potere contrattuale, non arrivavano i medicinali richiesti, non arrivavano gli alimentari richiesti, non arrivavano i pezzi di ricambio richiesti ma arrivava la "merda", cioè medicinali scaduti, scatole di medicinali vuote, attrezzature diagnostiche e macchinari privi di pezzi che ne inficiavano da subito il funzionamento, e la lista potrebbe continuare all’infinito. Io ho visto i magazzini pieni di attrezzature diagnostiche che non servivano a nulla. E questo gli Americani lo chiamavano oil for food. Petrolio per cibo. Cioè "merda". Non cibo. Bisogna anche far presente che, insieme ad altri Paesi dell'Occidente, il governo americano deteneva decine di milioni di dollari di proprietà del governo iracheno, debitamente congelati nelle banche di mezzo mondo. Soldi che potevano essere utilizzati per l'acquisto di medicinali, di alimentari, di pezzi di ricambio e di tutte le altre cose utili.
 
 
Canali
Abbattiamo il muro
Abbattiamo il muro
della vergogna - 4
Abbattiamo il muro
della vergogna - 3
Abbattiamo il muro
della vergogna - 2
Abbattiamo il muro
della vergogna - 1
Arte e cultura
Troubling Space
a cura di Camilla Boemi
"Colori di Poesia"
di Renata Del Gizzo
IoLiquido
Attitudine cinema: grou
Editoriali video
Salvi:abbiamo vinto
le elezioni
Non andate a votare
No voto alle prossime
politiche
814 Milioni spesi X 110
consiglieri
Inchieste
Illegittime tasse per
Consorzio di Bonifica
La bufala delle
Bandiere blu 6
Goletta 2008 - 2
Mari Puliti
Il caso del professor
Huscher –13
Iraq
Reportage negli
ospedali iracheni
Frammenti della
tragedia irachena
Si Salvi chi può
Si Salvi chi può
Stefano Salvi a Striscia
Storica intervista di
Salvi a Cuccia
Stefano Salvi vs
vigili di Milano
Stefano Salvi intervist
Indro Montanelli
Stefano Salvi a teatro
Mafia: Andreotti/Dalla
Cappotti cashmire
e auto blu
Lo scandalo
delle auto blu
1989: Andreotti
e De Michelis
Stefano Salvi alla radio
05/08/09 - Radio Numer
Salvi on air
04/08/09 - Radio Number
Salvi on air
03/08/09 - Radio Number
Salvi on air
31/07/09 - Radio Number
Salvi on air
Stefano Salvi in TV
5-Trevigliesi
svegliatevi
4-Il 90% dei treviglies
non sa nulla
3-CromoVI pericolo
n.1 per la salute
2-Scandalosa assenza
delle istituzioni
Video musicali
Sani&Salvi:
"Che fila"
Il videoclip di
Musica
 
Immagini
Biografia
Biografia
Editoriali stampa
Lavoro lavoro lavoro
Italia film dell'orrore
La ricreazione è finita
28,5% ovvero 14milioni
24-25 febbraio Italia s
Dopo averci saccheggiat
Il muro
Stefano Salvi preso di
Stefano Salvi accusa i
Stefano Salvi sul Muro
Blitz di Stefano Salvi
Libri
Libri
Recensioni
Incompatible Elements
By Josephine Starrs and
Recensioni
Stefano Salvi's Story
Giornale di Treviglio d
Giornale di Treviglio d
INCREDIBILE MA VERO! No
Giornale di Bergamo 12/
Giornale di Bergamo 12/
Liberazione 24/8/2000
Liberazione 24/8/2000
 
www.stefanosalvi.it

- Home
- Video
- Immagini
- News
- Info
Ultimi Video

- Salvi:abbiamo vinto
- Non andate a votare
- Troubling Space
- No voto alle prossime
- 814 Milioni spesi X 1100
Ultime News

- Lettera al Direttore del Corriere della Sera
- L'Italia e l'Iraq
- Il comitato etico
- L'Informazione
- Tarek Aziz
 
News
Lettera al Direttore del Corriere della Sera
Non avendo ancora ricevuto risposta dal Direttore del "Corriere della Sera di Bergamo” sulla vicenda ... >>
L'Italia e l'Iraq
Stefano Salvi è intervenuto a Pisa al Festival del Futuro migliore, in occasione del quale ha ritrov ... >>
Il comitato etico
Stefano Salvi è intervenuto a Pisa al Festival del Futuro migliore, in occasione del quale ha ritrov ... >>
 
 
 
 
La ricetta della settimana
di Massimo Passetti